La strada dei libri passa da… Maniago!

NEL BOSCO DEGLI ALBERI PARLANTI

I racconti del mito

Dalla notte dei tempi per gli esseri umani gli alberi sono stati considerati sacri, a volte venerati per le loro proprietà altre perché in essi abitavano ninfe, folletti o creature mitologiche. Chi arrecava danno a una pianta senza motivo scatenava l’ira degli Dei, e le punizioni erano terribili. Una miscellanea di racconti del mito da Dafne al giardino delle Esperidi, dall’ulivo al cipresso.

DOVE: Maniago / Cortile delle vecchie scuderie di Palazzo d’Attimis

QUANDO: venerdì 30 luglio, ore 17:30

INFO e PRENOTAZIONI (OBBLIGATORIE) TELEFONANDO O SCRIVENDO A:

Biblioteca Civica di Maniago / tel. 0427 730016 / biblioteca@maniago.it

La strada dei libri passa da… è una rassegna rivolta a bambini e famiglie e unisce spettacoli teatrali, letture sceniche, laboratori musicali, visite speciali dentro ai musei e altre proposte curiose. L’idea dell’iniziativa è di far uscire i libri dalla biblioteca, per farli “camminare” verso il teatro, il museo, il cinema, la mediateca, nelle case della musica, nei parchi, nei giardini e anche … a casa delle persone! Una nuova strada, fatta di storie, che raggiunge tanti luoghi per unire al piacere della lettura condivisa anche le altre arti, e i più diversi contesti culturali.

Il progetto, che ha come capofila Damatrà onlus, lega la promozione della lettura agli altri percorsi di promozione culturale presenti sul territorio, con la volontà di attivare sinergie che accompagnino la crescita dell’intera comunità.

Progetto ideato da Damatrà onlus all’interno del progetto di promozione alla lettura della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia Leggiamo 0-18.

Galeotto fu il libro… incontro con Enrico Galiano

Incontro on line con Enrico Galiano e i ragazzi dell’IIS Torricelli sul canale YT dell’Istituto

La collaborazione attivata in modo formale dell’Istituto d’Istruzione Superiore Evangelista Torricelli di Maniago con il Sistema Bibliotecario delle Valli e Dolomiti Friulane fornisce lo spunto per l’evento che avrà luogo venerdì 28 maggio nella tarda mattinata – si inizierà alle 11:00 – e che vedrà le classi della scuola maniaghese in collegamento dalle rispettive aule (nel rispetto del protocollo anti-Covid) per celebrare a modo loro e con originalità la festa del libro e della lettura.
“Galeotto fu il libro” è il titolo che è stato scelto per questa iniziativa, un titolo che vuole richiamare l’anno dedicato a Dante e che intende sottolineare l’importanza della lettura non solo per la formazione personale ma anche come fonte d’interesse e di piacere.
L’evento si aprirà con una introduzione del dirigente scolastico dell’IIS Raffaella Cerquetti, a cui seguirà il saluto del sindaco di Maniago Andrea Carli, in qualità di presidente dell’UTI delle Valli e delle Dolomiti Friulane cui fa capo il Sistema Bibliotecario.
Successivamente si svolgerà la parte propriamente culturale dell’incontro a più voci, basata sull’interazione, sempre a distanza come anche per i due interventi precedenti, tra lo scrittore e insegnante Enrico Galiano, e un gruppo di studenti appartenenti a varie classi dell’Istituto. I ragazzi presenteranno alcuni romanzi letti nel corso del presente anno scolastico, che per loro sono stati motivo di interesse e di riflessione. Da parte sua, il prof. Galiano interloquirà con gli allievi commentando quanto ascoltato e svolgendo alcune considerazioni sull’educazione alla lettura.

Enrico Galiano, nato a Pordenone nel 1977, è docente presso un istituto del territorio provinciale. Ormai è un autore affermato di romanzi che hanno per protagonisti gli adolescenti e il loro universo di emozioni. Ha creato la webserie Cose da prof, che ha superato i venti milioni di visualizzazioni su Facebook. Ha dato il via al movimento dei #poeteppisti, flashmob di studenti che imbrattano le città di poesie. Nel 2015 è stato inserito nella lista dei 100 migliori insegnanti d’Italia dal sito Masterprof.it. Il segreto di un buon insegnante per lui è: «Non ti ascoltano, se tu per primo non li ascolti».

L’occasione di tale evento nasce dalla sottoscrizione del protocollo di intesa, lo scorso mese di febbraio, tra l’UTI delle Valli e Dolomiti Friulane, ente gestore del sistema bibliotecario, e la dirigenza scolastica dell’Istituto Torricelli di Maniago. Tale collaborazione prevede appunto anche azioni di promozione alla lettura rivolte ai ragazzi di età adolescenziale, come incontri con scrittori e presentazioni di nuove pubblicazioni.
L’evento, che si svolgerà in modalità on line in streaming sul canale YouTube dell’IIS Torricelli, sarà registrato anche sui canali Fb e YT del Sistema Bibliotecario, e rientrerà nella manifestazione nazionale ministeriale Il Maggio dei Libri, cui il SBVDF aderisce per il secondo anno consecutivo.

I testi scelti dai ragazzi dell’IIS e che verranno discussi
con Enrico Galiano

Concorso fotografico “Immagini come parole”

Maniago: Concorso fotografico "Immagini come parole"
Locandina del concorso “Immagini come parole: uno scatto per raccontare il territorio”

Un invito speciale rivolto a tutti i ragazzi che amano fare foto… cioè praticamente a tutti!
Il concorso fotografico “Immagini come parole: uno scatto per raccontare un territorio” intende coinvolgere i ragazzi delle scuole secondarie di Primo e Secondo Grado invitandoli a parlare del nostro territorio attraverso una foto scattata con ogni dispositivo, anche uno smartphone.

Chi può partecipare? I ragazzi residenti nel comune di Maniago e se non residenti frequentare le scuole secondarie di Primo (Scuola “Guglielmo Marconi”) e Secondo Grado di Maniago (IIS “Evangelista Torricelli”, ovvero Liceo e Ipsia).

Come partecipare? Si può inviare una sola foto spedendola via mail a biblioteca@maniago.it. Il regolamento completo lo trovate qui.

Ci sono dei moduli da compilare per partecipare? Sì, qui troverete il modulo per i minorenni, qui il modulo per i maggiorenni.

Quando scade il concorso? Le immagini possono essere inviate entro mercoledì 30 giugno 2021.

Qual è l’obiettivo del concorso? Sensibilizzare i giovani sui temi della Natura per raccontare il patrimonio naturale del nostro territorio, unico e meraviglioso da preservare e rispettare anche attraverso la promozione di forme artistiche come può essere la fotografia. La fotografia naturalistica è un insieme di emozioni e scoperta di un ambiente meraviglioso che ci circonda! Per natura si intende ad esempio: un prato ricco di biodiversità, un fiore, un insetto, la meraviglia di un tramonto dalla cima di una montagna… tutto quanto possa catturare la tua attenzione e raccontare la bellezza che abbiamo a portata di mano.

La Giuria selezionerà le 13 foto ritenute migliori che saranno premiate con pubblicazioni e verranno inserite nel Calendario 2022 del Comune di Maniago. Inoltre le fotografie vincitrici saranno esposte in una mostra fotografica allestita in agosto presso la Biblioteca Civica di Maniago.
Un doveroso ringraziamento per la collaborazione va al Circolo Fotografico L’Immagine di Maniago e all’Associazione BioArtVisual di Budoia.